LA FIBROMIALGIA

Una sindrome che colpisce 2 milioni di persone in Italia: 9 su 10 sono donne.

La Fibromialgia è una sindrome che colpisce l’apparato locomotore, cioè muscoli, legamenti e articolazioni. È una patologia ancora poco conosciuta nonostante colpisca, in Italia, più di 2 milioni di persone. Di queste, 9 su 10 sono donne. La Fibromialgia non è di per sé degenerativa o fatale, ma è persistente e debilitante con dolore muscolare diffuso, stanchezza cronica (astenia), aumento della tensione muscolare e rigidità in numerose sedi dell’apparato muscolo-scheletrico. La Fibromialgia non è un’infiammazione dei tessuti. Non se ne conoscono le cause nè una cura efficace.

I sintomi

I due sintomi più rilevanti della Fibromialgia sono il dolore e l’affaticamento (astenia). Il dolore da Fibromialgia è un dolore che si diffonde in tutto il corpo: i muscoli sono indolenziti e contratti, come dopo un allenamento molto intenso, e possono anche presentarsi dei crampi. Si possono avvertire anche dolori alle articolazioni, in particolare al collo, alle spalle e alle anche, con episodi acuti che impediscono addirittura di dormire o di fare normale attività fisica. Altri sintomi affliggono la pianta dei piedi, le ginocchia e i legamenti, impedendo molte attività quotidiane. Una delle conseguenze più pesanti di questo stato può essere l’insonnia che aumenta l’irritabilità e l’affaticamento. Non sono da sottovalutare le conseguenze psicologiche di questa forma di dolore cronico. Infatti la Fibromialgia fa percepire il corpo come un oggetto rotto, frammentato, quasi estraneo, come un nemico. Fa sentire dipendenti da altre persone inducendo un senso di colpa.

Le cause della Fibromialgia

Non si hanno ancora risposte certe sulle cause della Fibromialgia. Alcuni studi associano la Fibromialgia ad un malfunzionamento del meccanismo che il nostro corpo utilizza per elaborare il dolore: un’ipersensibilità induce a recepire come dolorosi degli stimoli che normalmente non lo sarebbero.

La diagnosi

La diagnosi viene svolta dal proprio medico di fiducia o da uno specialista reumatologo. Al momento non esistono esami di laboratorio o apparecchiature per la diagnosi. Gli esami si conducono per escludere che si tratti di artrite reumatoide, lupus sistemico eritematoso, polimialgia reumatica, spondiloartrite, ipo o iper tiroidismo, neuropatia. I criteri diagnostici continuano ad essere sviluppati. Uno di questi valuta la presenza dei seguenti punti dolorosi tipici della patologia:
• Base del cranio
• Base del collo
• Spalla
• Clavicola
• Cassa toracica
• Parte esterna dell’avambraccio
• Parte superiore dell’anca
• Parte alta dei glutei
• Ginocchia
• Pianta dei piedi
Oltre a sintomi quali: cefalea o emicrania, estrema sensibilità al tatto, disturbi della sfera affettiva, dolore facciale, difficoltà nella concentrazione, ansia, depressione, dolore facciale, lombalgia, rigidità muscolare, crampi alle gambe, dolore addominale con alternanza stipsi/diarrea. Si verifica inoltre che questi sintomi siano presenti per un periodo minimo di 3 mesi.

Come si può affrontare la Fibromialgia

A livello farmacologico abitualmente vengono prescritti paracetamolo, anti-dolorifici, anti-infiammatori, anti-depressivi, miorilassanti.. Indipendentemente dall’efficacia di queste cure è fondamentale che chi soffre di Fibromialgia venga informato ed educato verso alcuni comportamenti e stili di vita che possono aiutare ad alleviare e prevenire il dolore. Infatti la Fibromialgia non si cura solo con i farmaci: occorre impostare uno stile di vita orientato al benessere, al rilassamento muscolare. Molti pazienti fibromialgici ricorrono a terapie complementari. In alcuni casi i risultati sul dolore sembrano essere buoni, anche se mancano studi scientifici che ne valutino gli effetti. I benefici si ottengono grazie alle soluzioni che favoriscono il rilassamento muscolare, la mobilità articolare, il superamento di stress e ansia conseguenti alla patologia.

Come possiamo aiutarti a stare bene con massaggio The Touch©, Shiatsu, Riflessologia e Yoga

Possiamo aiutarti ad affrontare la sofferenza della Fibromialgia, pur dovendo fare una doverosa premessa: lavoriamo sempre in collaborazione con i medici e non intendiamo sostituirci ai loro consigli e prescrizioni. Suggeriamo quindi di considerare i nostri servizi e di consultarvi con il vostro medico per valutarne la scelta. In generale il massaggio migliora la tonicità muscolare, la qualità del sonno, contribuisce a superare gli stati d’ansia, lo stress, la depressione. In questo modo si attiva la vitalità del ricevente, conducendolo verso un atteggiamento psico fisico positivo e verso una consapevolezza del proprio corpo. Il massaggio Arts of Touch® è un massaggio la cui intensità può essere calibrata sulla base della sensibilità del ricevente. Si può ricevere sia in posizione supina sia prona e anche su un fianco. Ciò permette di lavorare su tutte le parti del corpo in uno stato di riposo adattandosi alle specificità del caso. I movimenti lenti, fluidi, con intensità dosata per essere alternativamente profondi o superficiali come carezze, permettono il raggiungimento di uno stato di benefico rilassamento per tutto il corpo. Il senso di armonia e di equilibrio che questa lunga “coccola” riesce a indurre, addolcisce il fisico e lo spirito, aumentando la consapevolezza e consentendo di superare anche i blocchi emozionali. Questo risultato si raggiunge grazie alla collaborazione fra operatore e ricevente che insieme riescono a definire il perfetto equilibrio che il corpo necessita per il suo buon funzionamento. I movimenti perfettamente dosati del massaggio Arts of Touch® attivano i recettori presenti su tutto il corpo, inviando segnali al sistema nervoso che promuove il rilascio di endorfine e ossitocina e avvia un processo che rafforza la capacità di auto guarigione e la resistenza al dolore. Il trattamento Shiatsu può alleviare alcuni dei sintomi più fastidiosi della Fibromialgia come il mal di schiena, i dolori diffusi, la stanchezza e i problemi di insonnia. Lo Shiatsu lavora sui muscoli, le fasce e l’energia: aumenta la circolazione sanguigna, favorisce il nutrimento delle cellule, allevia la tensione muscolare, e favorisce il rilascio di analgesici naturali come la serotonina. Anche lo Shiatsu prevede una fattiva collaborazione fra operatore e ricevente; un aspetto di fondamentale importanza per adattare perfettamente il trattamento allo stato psico fisico della persona e consentire il raggiungimento di un profondo rilassamento, come è abituale per chi non soffre di questa sindrome. Lo Shiatsu valorizza le risorse energetiche individuali, grazie a pressioni graduali che liberano i blocchi e attivano la capacità di auto guarigione del ricevente. La Riflessologia plantare e la Riflesslogia facciale Dien Chan possono essere utili tecniche alternative per contribuire al rilassamento psico fisico e per trovare sollievo dai dolori muscolari e articolari localizzati nelle diverse parti del corpo. Infatti, grazie all’applicazione non invasiva di pressioni sulle aree riflesse del piede e del viso, si raggiungono le zone sofferenti senza manipolazioni dirette sulle parti doloranti e si instilla un profondo senso di relax. Chi soffre di Fibromialgia tende a evitare l’attività fisica per non aggravare il dolore. Purtroppo si tratta di un circolo vizioso che può peggiorare la situazione. Si raccomanda infatti di ridurre l’immobilità con l’obiettivo di promuovere la forma fisica e il miglioramento dell’umore. Perciò si invita chi soffre di questa sindrome a svolgere frequente attività fisica aerobica, cercando di non interromperla alle prime difficoltà. Infatti sembra che i sintomi ritornino a farsi sentire dopo l’eventuale interruzione. L’allenamento ideale è quello a bassa intensità che evita l’eccessiva stimolazione dei muscoli. Lo Yoga è una delle attività dolci che si possono raccomandare, insieme alle pratiche di respirazione Pranayama e la meditazione. Anche nel caso di queste discipline, oltre alla tonificazione muscolare, l’obiettivo principale che si raggiunge è quello del rilassamento psico fisico che migliora la qualità della vita e può alleviare i sintomi della sindrome fibromialgica.

Conclusione

Affrontare la sindrome fibromialgica è un impegno non indifferente, che richiede anche un sostegno psicologico sia da parte delle persone che circondano chi ne soffre sia da parte dei medici e dei professionisti che contribuiscono alla diminuzione dei fastidiosissimi sintomi. Invitiamo chi ne soffre a superare questa malattia individuando le soluzioni più efficaci per il suo specifico caso. Convivere serenamente con la Fibromialgia è possibile.

Link utili

Fibromialgia su Wikipedia

Opuscolo informativo dell’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica – Onlus

IMPORTANTE: le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI A STARE BENE

Massaggio a Varese
Massaggio a Milano
Yoga e Pranayama

Scegli il tuo modo di stare bene con massaggio a Varese o a Milano:
in esclusiva ARTS OF TOUCH®
in esclusiva PAV© Piedi-Addome-Viso
Shiatsu
RIFLESSOLOGIA PLANTARE
RIFLESSOLOGIA FACCIALE DIEN CHAN
Yoga
Pranayama

Scegli il tuo modo di stare bene con massaggio a Varese o a Milano:
in esclusiva ARTS OF TOUCH®
in esclusiva PAV©
Shiatsu
RIFLESSOLOGIA PLANTARE
RIFLESSOLOGIA FACCIALE DIEN CHAN
Yoga
Pranayama
A CASA TUA, PRESSO LA TUA AZIENDA OPPURE A

VARESE in Via Sacro Monte 24
MILANO in Via Aosta 21

A CASA TUA,
PRESSO LA TUA AZIENDA
OPPURE A

VARESE in Via Sacro Monte 24
MILANO in Via Aosta 21